Rete civica del Comune di Firenze
Indice A-Z

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

  Home » Animali » Animali in città» Animali in viaggio
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Animali in viaggio

Firenze, su tutti i mezzi di trasporto pubblici, è permesso salire con i propri animali, come previsto dall'art. 14 del Regolamento Comunale per la Tutela degli Animali.

In auto
Art. 169 - Trasporto di persone, animali e oggetti con veicoli a motore (...) comma 6

In treno
Potete viaggiare portando con voi un cane o un gatto o altro piccolo animale domestico nei casi qui elencati e con le seguenti modalità.
Su tutti i treni prenotabili (Espressi, Intercity, Intercity Plus, Intercity Notte, AV, ES*,ES* City, TBiz) è necessario prenotare il viaggio facendo richiesta per il trasporto dell’a nimale, contestualmente all’emissione del biglietto. La riservazione sarà effettuata a titolo gratuito anche nei treni con prenotazione a pagamento.

In aereo
Ogni compagnia aerea adotta le sue regole, per cui è sempre meglio informarsi con largo anticipo.

In traghetto
Generalmente non è un problema portarsi gli animali nel traghetto, grazie alla tolleranza di quasi tutte le compagnie marittime. In alcune imbarcazioni esistono apposite gabbie, ma non è obbligatorio rinchiudervi il proprio animale domestico. L'importante è che abbia il certificato di buona salute. Sui traghetti Tirrenia è richiesto anche l'uso della museruola. Per raggiungere la Corsica e la Sardegna il costo è attorno ai 10 euro, mentre, generalmente, per l'Elba il viaggio è gratuito.

Animali all'estero
Per qualsiasi informazione rivolgersi all'anagrafe canina - tel. 055367427

    Link utili

     
    twitterfacebookyoutube

    città di firenze
    Comune di Firenze
    Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
    50122 FIRENZE
    P.IVA 01307110484

    Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006